Il Centro di ricerca ed elaborazione per la democrazia/Gruppo d’intervento giuridico internazionale, condanna la politica di pulizia etnica portata avanti dal governo israeliano di Netanyahu a Gerusalemme Est, in particolare nel quartiere di Sheikh Jarra, avvalendosi di bande razziste di coloni. Si tratta di un’evidente violazione del diritto internazionale umanitario che vieta la sostituzione di popolazioni portata avanti dalle Potenze occupanti. Non è più possibile continuare ad avallare tali gravissime violazioni del diritto internazionale perpetrate dal governo di Israele, che dovrà risponderne di fronte alla Corte penale internazionale, così come dovrà rispondere dei bombardamenti indiscriminati di questi giorni a Gaza che hanno fatto almeno ventotto vittime tra la popolazione civile.

Roma 11 maggio 2021

Centro di ricerca ed elaborazione per la democrazia/Gruppo d’intervento giuridico internazionale

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.